Seguici anche su
facebook  rss  twitter

Documentazioni

L'esperto risponde
L' avv. Ermenegildo Mario
Appiano
risponde su temi
di contrattualistica commerciale,
sulla tutela dei marchi all'estero
e sulla legislazione vinicola

Ricerca nel sito

Italia, export 2016 di vini e mosti a 5,6 miliardi di euro

Se Francia e Spagna segnano il passo, l'export vinicolo italiano invece continua a progredire raggiungendo nel 2016 un quantitativo di 20,8 milioni di hl (+2,9%) pari a 5,6 miliardi di euro (+4,3%), un valore che è raddoppiato in dodici anni (2,8 miliardi di euro nel 2004). Questo exploit è dovuto, come già si sapeva, dai risultati a dir poco eccellenti dei vini spumanti, Prosecco in primis, che ottengono in totale un progresso del 21,4% in valore e del 19,7 in quantità. I vini imbottigliati segnano il passo, mentre i vini sfusi crescono del 7,3% in valore e del 9,4% in quantità, contribuendo così per circa un quarto al totale del volume nazionale esportato.

 Valore in migliaia di euroQuantità in ettolitri
 20152016
provv.
%20152016
provv.
%
Vini spumanti 985.115 1.195.558 +21,4 2.816.267 3.369.667 +19,7
Vini imbottigliati 4.010.794 4.001.286 -0,2 12.229.673 11.743.838 -4,0
Vini sfusi 358.565 384.725 +7,3 5.004.205 5.472.956 +9,4
Mosti 37.080 40.963 +10,5 212.071 259.489 +22,4
TOTALE 5.391.554 5.622.532 +4,3 20.262.216 20.845.950 +2,9

 

Gli Stati Uniti si confermano il maggior mercato per i vini italiani con 1,35 miliardi di euro e 3,3 milioni di hl; al secondo posto la Germania con 978 milioni di euro e 5,6 milioni di hl seguita dal Regno Unito con 764 milioni di euro e 3,1 milioni di hl di cui gli spumanti pesano per circa la metà con 366 milioni di euro (+33,1%) e 1 milione di hl (+21,6%).