Seguici anche su
facebook  rss  twitter

Documentazioni

L'esperto risponde
L' avv. Ermenegildo Mario
Appiano
risponde su temi
di contrattualistica commerciale,
sulla tutela dei marchi all'estero
e sulla legislazione vinicola

Ricerca nel sito

Cina, l'import vinicolo rallenta la sua corsa

Secondo i dati ufficiali delle dogane cinesi, le importazioni di vino imbottigliato tra gennaio e marzo di quest'anno sono cresciute solo in volume (+5,6%); il valore è invece sceso del 3,6% e il prezzo medio si assesta a 4,32 euro (-8,7%). Le cifre suggeriscono uno scostamento tra importazioni e vendite effettive con una conseguente crescita del vino stoccato. Francia e Australia si confermano al primo e secondo posto, con una crescita del 10% e del 14,9% ma una diminuzione in volume dell'88% e del 8,6% il che fa pensare a una maggiore attenzione per i vini più economici. L'Italia invece cresce costantemente, con 63.000 hl esportati in Cina nel primo trimestre 2017 (+1,4%) e un valore di 27,3 milioni di euro (+14,8%). Anche Cile e Spagna, al terzo e quarto posto, crescono sia in quantità sia in valore.