Seguici anche su
facebook  rss  twitter

Documentazioni

L'esperto risponde
L' avv. Ermenegildo Mario
Appiano
risponde su temi
di contrattualistica commerciale,
sulla tutela dei marchi all'estero
e sulla legislazione vinicola

Ricerca nel sito

Usa, il vino italiano mantiene le posizioni

Secondo una nota dell’Italian Wine & Food Institute (Iwfi) di New York, nel primo semestre di quest’anno il vino italiano riesce a mantenere la prima posizione sul mercato Usa, grazie ad un lieve aumento sia in quantità (+0,7%) sia in valore (+1,1%) raggiungendo gli 1,3 milioni di hl e un valore di quasi 574 milioni di dollari. Dopo l’Italia, l’Australia ritornata in seconda posizione davanti a Cile e Francia grazie a una crescita del 45,5% in quantità e del 3,9% in valore; un aumento essenzialmente dovuto ad un notevolissimo incremento (+186,5%) delle esportazioni di vini sfusi che hanno controbilanciato la contemporanea diminuzione del 9% delle esportazioni di vini in bottiglia. Al quinto posto la Nuova Zelanda che, sempre nel primo semestre di quest’anno, è cresciuta del 20% in quantità e dell’8,8% in valore.

Continua l’andamento positivo, sempre secondo la nota dell’Iwfi, dell’export italiano di spumanti che, nel primo semestre del 2017, ha fatto registrare un aumento del 13,9% in quantità e del 9,6% in valore raggiungendo una quota di mercato del 58,9% in quantità del 35% in valore: da 282.070 ettolitri, per un valore di quasi 150 milioni di dollari a 321.370 ettolitri, per un valore di oltre 164 milioni di dollari.