Seguici anche su
facebook  rss  twitter

Documentazioni

L'esperto risponde
L' avv. Ermenegildo Mario
Appiano
risponde su temi
di contrattualistica commerciale,
sulla tutela dei marchi all'estero
e sulla legislazione vinicola

Ricerca nel sito

Con il registro telematico niente più dichiarazioni di giacenza

Le aziende vitivinicole che all’11 settembre avranno effettuato la chiusura telematica del registro di cantina non dovranno più compilare la dichiarazione di giacenza in cartaceo. Sparisce così un doppione ormai inutile, dopo l’introduzione da quest’anno del registro telematico che rappresenta un primo concreto passo verso la semplificazione burocratica per le aziende vitivinicole. Lo stabilisce l’Agea con un addendum alla sua precedente circolare del 31 luglio, riguardante la compilazione e la presentazione delle dichiarazioni di giacenza. Soddisfazione nel mondo vitivinicolo e in particolare in casa Fivi, la Federazione italiana vignaioli indipendenti, che aveva lo scorso mese sollevato la questione.