Seguici anche su
facebook  rss  twitter

Documentazioni

L'esperto risponde
L' avv. Ermenegildo Mario
Appiano
risponde su temi
di contrattualistica commerciale,
sulla tutela dei marchi all'estero
e sulla legislazione vinicola

Ricerca nel sito

Oiv, produzione mondiale 2017 a 246,7 milioni di hl

Il 2017 registra un calo storico della produzione, in particolare in Europa occidentale, che viene stimata in 246,7 milioni di hl, in calo dell’8,2% rispetto al 2016, una delle più scarse da diversi decenni. Sono i dati della congiuntura vitivinicola mondiale elaborati dall’Oiv e presentati oggi a Parigi. Questo calo è dovuto essenzialmente, ha spiegato il direttore generale dell’OIV Jean-Marie Aurand, ai fenomeni climatici che hanno interessato i principali paesi produttori, in particolare in Europa. E infatti per Italia (39,3 milioni di hl e -23%), Francia (36,7 e -19%) e Spagna (33,5 e -15%) le previsioni sono particolarmente basse. Seguono Stati uniti e Australia, che mantengono la loro quota di produzione stimata rispettivamente a 23,3 milioni di hl (-1%) e a 13,9 milioni di hl (+6%). Stazionaria invece la Cina, con 11,4 milioni di hl previsti. Per quanto riguarda invece il consumo mondiale di vino, l’Oiv ricorda che in questo periodo dell'anno non sono ancora disponibili cifre definitive, per cui è possibile solo fornire una stima compresa tra 240,5 e 245,8 milioni di hl.