Seguici anche su
facebook  rss  twitter

Documentazioni

L'esperto risponde
L' avv. Ermenegildo Mario
Appiano
risponde su temi
di contrattualistica commerciale,
sulla tutela dei marchi all'estero
e sulla legislazione vinicola

Ricerca nel sito

Filtro
  • Unesco, candidate le colline del Prosecco di Conegliano e di Valdobbiadene

    Il paesaggio delle colline del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene è stato oggi ufficialmente iscritto nella 'Lista Propositiva' italiana dell’Unesco. È un passaggio obbligato per poter poi presentare il dossier di candidatura ufficiale ed entrare nella prestigiosa Lista del Patrimonio Mondiale dell’Umanità.

    ‘È una notizia che mi riempie di gioia e che conferma la bontà del percorso intrapreso che intende valorizzare una delle zone più importanti d’Italia e d’Europa, a me particolarmente cara’, ha commentato il ministro delle Politiche Agricole, Giancarlo Galan.


  • La realtà del mercato vinicolo in Svizzera

    Secondo uno studio di recente pubblicazione, svolto su 401 persone in 8 città svizzere, sono state individuate le scelte che vengono effettuate nell’acquisto dei vini sia svizzeri sia esteri. Gli elementi principali che influenzano la scelta sono il Paese di origine del prodotto e la fascia di prezzo del prodotto.

    I consumatori si possono dividere in quattro diverse tipologie: gli indifferenti, i curiosi, i tradizionalisti e gli esterofili. L’analisi è stata incentrata su tre Paesi di origine (Svizzera, Francia e Spagna) e su tre fasce di prezzo del prodotto: 10, 17 e 23 franchi svizzeri.


  • Cavicchioli vende a Giv

    Il Gruppo Italiano Vini acquisirà da gennaio 2011 la modenese Cavicchioli, che realizza un fatturato di oltre 25 milioni di euro (20% all’estero) e che copre il 20% del mercato del Lambrusco.

    'La famiglia Cavicchioli - sottolinea in una nota Sandro Cavicchioli, a capo dell’azienda - continuerà la propria attività nel settore degli spumanti e Lambruschi a metodo classico con le aziende Bellei a Sorbara e a Castelfaglia in Franciacorta, nonché nella gestione dei vigneti di proprietà, le cui uve continueranno ad essere destinate alla produzione dei vini a marchio Cavicchioli'.


  • Al via il nuovo Vinitaly in the World

    Parte oggi a New York la prima tappa 2010 del Vinitaly World Tour, l'avvenimento promozionale per i vini, l’olio e i prodotti tipici di qualità italiani che da oltre dieci anni Vinitaly organizza nelle più importanti piazze internazionali.

    Ospiti nella nuova sede di Eataly, il nuovo 'Food&Wine Store' italiano inaugurato da un mese mezzo a Manhattan, Vinitaly World Tour avrà come momento clou l’incontro diretto delle oltre 60 aziende espositrici con buyer americani selezionati e appositamente invitati. Prossime del tappe del Tour sono previste a Philadelphia (27 ottobre) e Washington (28 ottobre) per altri due eventi, uno prettamente promozionale-commerciale e l’altro di alto livello istituzionale.


  • Sicilia, parte progetto aggregazione cantine sociali

    Pubblicato sul sito internet della Regione sicilia, nella sezione dedicata all'agricoltura, lo schema di domanda che le cantine sociali vitivinicole devono presentare per presentare i progetti di aggregazione aziendale. Possono partecipare esclusivamente le cantine che hanno partecipato alla manifestazione di interesse per l'intervento di riorganizzazione del sistema cooperativistico viticolo regionale, pubblicato nella Gazzetta ufficiale della Regione siciliana dell'11 giugno scorso.

    I soggetti interessati potranno beneficiare di agevolazioni nella forma di sovvenzione diretta, sia a titolo di contributo in conto capitale che a titolo di assistenza tecnica. L'entità del sostegno non potrà superare, in ogni caso, per singola cantina, il tetto massimo di 500.000 euro.


  • Bruxelles, fino a 3,5 gradi l'arricchimento nel Nord Europa

    La Commissione europea ha dato parere favorevole per un ulteriore arricchimento del vino prodotto nell’attuale campagna in 11 paesi del Nord Europa. Sarà così possibile aumentare il grado alcolico dei vini da 3 a 3,5 gradi a causa, così spiega la Commissione, della molta pioggia e poco sole avuto a fine campagna.

    L’Italia, unica tra i 27 Stati membri, ha votato contro questo provvedimento ritenendolo un ulteriore vantaggio per i Paesi che abitualmente ricorrono allo zuccheraggio. Di fatto la decisione odierna della Commissione ripristina la situazione precedente alla riforma OCM vino in Europa del 2008.


  • Cambia pelle la guida Slow Wine 2011

    Presentata stamattina al PalaOlimpico di Torino Slow Wine, la nuova guida enologica edita da Slow Food Editore. Grazie a una squadra di 200 collaboratori sono state visitate 2100 cantine e degustati 21000 vini e di questi sono stati recensiti esclusivamente i migliori 8400.

    Principale novità è l'eliminazione della classificazione a punteggio per scegliere un metodo di valutazione della cantina nella sua interezza. Ecco quindi l'adozione di tre nuovi simboli per altrettante chiavi di lettura: la Chiocciola (cantina che aderisce ai valori cari a Slow Food), la Bottiglia (cantina con ottima qualità media), la Moneta (buon rapporto medio qualità-prezzo). Le stesse tre categorie sono state poi applicate ai vini: Vino Slow (che condensa nel bicchiere caratteri di territorio, storia, ambiente), Grande Vino (migliore per qualità organolettiche), Vino Quotidiano (di costo inferiore a 10 euro).


  • Luca Gardini è il miglior sommelier del mondo

    Luca Gardini è il vincitore del titolo di 'Miglior Sommelier del Mondo 2010'. Già vincitore lo scorso anno del concorso per il miglior sommelier d’Europa, Luca Gardini si è imposto sugli altri due finalisti, il ceco Milan Krejčí e il dominicano Héctor García durante la serata conclusiva della manifestazione svoltasi il 13 ottobre a Santo Domingo.

    Organizzata dalla Worldwide Sommelier Association, l’edizione 2010 ha visto partecipare 14 professionisti tra i più esperti del panorama mondiale che nelle semifinali del giorno prima sono stati selezionati mediante un test, la degustazione di un vino e una prova pratica di servizio. Prossimo appuntamento tra due anni, a Londra, per la terza edizione.


  • Guida Peñín ai vini di Spagna 2011

    Alla sua ventesima edizione, la Guida Peñín ai vini di Spagna si riconferma un punto di riferimento preciso per i vini spagnoli con 1300 pagine, 9400 vini degustati, 700 in più della precedente edizione, 9000 marche e più di 2000 cantine.

    L’edizione di quest’anno ha subito una profonda trasformazione, sia nel contenuto, sia nel design, con un formato più maneggevole. E, come nella precedente edizione, la Guida Peñín 2011 è accompagnata dal Manual del buen catador, una guida per la degustazione, dove trovare diversi suggerimenti per diventare un degustatore esperto.


  • Sequestrati 20000 hl di vino nel trapanese

    Sequestrati dalla Guardia di Finanza oltre 20000 hl di vino in una cantina vinicola di Castellammare del Golfo. Il vino risultava in parte inquinato dal liquido di refrigerazione e in parte irregolare per l’acidità riscontrata, notevolmente superiore al valore massimo consentito dalla legge. Il presidente della società è stato denunciato per frode in commercio, e per adulterazione e contraffazione di sostanze alimentari.

    Dai controlli dei finanzieri è emerso inoltre che il ciclo produttivo della cantina si svolgeva senza utilizzare il previsto depuratore, presente nell'impianto ma da tempo non funzionante mentre i reflui liquidi della lavorazione delle uve venivano convogliati direttamente nella rete fognaria, per poi defluire successivamente verso il mare, ove nei giorni precedenti all’intervento era stata notata un’intensa scia di colore rosso.


  • Irvv e Cerisdi insieme per la viticoltura siciliana

    Presentato oggi a Palermo un accordo tra l’Istituto regionale della vite e del vino (Irvv) e il Centro Ricerche e Studi Direzionali (Cerisdi) il cui scopo è quello di offrire alle aziende vitivinicole siciliane concrete possibilità di sviluppo in nome della ricerca.

    La formazione giocherà un ruolo fondamentale e quindi obiettivo primario sarà l’organizzazione di corsi e seminari specifici per migliorare la preparazione degli addetti ai lavori approfondendone in particolare gli aspetti tecnici e scientifici. Un accordo che va in direzione dello sviluppo della cultura enologica in Sicilia come volano di crescita economica attraverso il miglioramento di tutti quegli aspetti tecnici che permetteranno a breve di raggiungere, secondo i due istituti promotori, un riconosciuto livello internazionale.


  • ‘Vigna della pace’, un vino contro le guerre

    Vendemmia speciale oggi a san Pietro in Barca, frazione di Castelnuovo Berardenga (Siena): nasce per il terzo anno consecutivo la ‘Vigna della pace’, un vino prodotto da studenti provenienti da varie parti del mondo ancora in guerra e attualmente ospiti della Cittadella della Pace, associazione nata per promuovere una cultura che porti la risoluzione dei conflitti mediante la testimonianza del dialogo e della pacifica convivenza.

    Nelle passate edizioni, le bottiglie della ‘Vigna della pace’ hanno portato il loro messaggio di non violenza nel Medio Oriente e nel Caucaso; quest’anno è stato invece dedicato ai Paesi balcanici. A primavera prossima le bottiglie della ‘Vigna della pace’ saranno poste in vendita.


  • All'Abbazia di Rosazzo nasce 'Winehealth International'

    È nata 'Winehealth International', organizzazione internazionale con sede nella storica abbazia di Rosazzo a Manzano (Udine) il cui obiettivo è studiare al massimo livello scientifico il rapporto tra vino e salute.

    Lo hanno deciso ieri i partecipanti del quarto convegno internazionale 'Wine & Health 2010' dove, durante tre giorni di lavori, una cinquantina di scienziati di tutto il mondo hanno presentato i risultati delle loro ricerche, dalle quali si evidenzia che, tra l'altro, bere dosi moderate di vino può aiutare a ridurre fino al 40% le patologie cardiovascolari, che colpiscono il 30% della popolazione occidentale.


  • Un superconduttore al vino rosso

    Un gruppo di ricercatori giapponesi dell'Istituto Nazionale per la Scienza dei Materiali ( NIMS ) ha annunciato la creazione di un materiale superconduttore a base di ferro che presenta la particolare (e curiosa) caratteristica di ottenere l’effetto di superconduttività se immerso in una bevanda alcolica. Inoltre, dopo numerosi esperimenti, è stato stabilito che il vino rosso risulta il miglior vettore.

    La scoperta ha per il momento una importanza esclusivamente scientifica, poiché si è ancora molto lontani da qualsiasi applicazione su larga scala. Tuttavia, ammettono i ricercatori giapponesi, questa ricerca potrebbe essere in futuro il punto di partenza per un nuovo metodo di produzione di materiali superconduttori.


  • Intensificati i controlli nel periodo vendemmiale

    ‘Non si fanno attendere i risultati dell’attività di controllo che ogni anno l’Ispettorato della tutela della qualità e repressione frodi mette in campo durante la campagna vendemmiale’. Questo il commento del ministro delle Politiche agricole alimentari e forestali, Giancarlo Galan, sui sequestri realizzati in questo inizio di campagna.

    Gli interventi svolti finora hanno infatti comportato in più occasioni il sequestro di prodotti irregolari. Tra questi 6.953 hl di mosto di uve moscato, destinato al Moscato d’Asti Docg e Asti Docg Spumante, ottenuti da uve prodotte in eccedenza, e il sequestro di 7681,13 hl di vino Barbera d’Asti e vino rosso, privi di documentazione della provenienza. In Puglia sono state invece sequestrate circa 35mila bottiglie di Igt Puglia e Igt Veneto, pronte per la vendita ed erroneamente etichettate. Nel Lazio sequestrate inoltre 18.400 bottiglie di vino bianco da tavola, che portavano in etichetta il nome di diversi vitigni contrariamente a quanto consentito dalla normativa vigente, e diverse decine di ettolitri di vino bianco privo di ogni giustificazione documentale.


  • La nuova guida Espresso premia il Barolo e il Piemonte

    L’edizione 2011 della guida dei vini d’Italia dell’Espresso, in libreria da oggi, incorona il Piemonte come regione viticola col maggior numero di vini di grandissima qualità, in grado di ottenere almeno 18 ventesimi di punteggio: su 231 vini che sono stati insigniti del titolo di ‘vino di eccellenza’, ben 57 sono piemontesi e di questi 28 sono bottiglie di Barolo.

    Seconda regione è la Toscana, con 41 eccellenze, ma altre regioni hanno aumentato notevolmente il livello qualitativo dei loro prodotti, come l’Alto Adige, con 27 eccellenze e,a seguire, il Friuli (7 eccellenze), la zona del Soave, del Gavi, del Verdicchio, dei bianchi di San Gimignano, del Greco di Tufo, per finire con il successo dei Vermentino sardi.