Seguici anche su
facebook  rss  twitter

Documentazioni

L'esperto risponde
L' avv. Ermenegildo Mario
Appiano
risponde su temi
di contrattualistica commerciale,
sulla tutela dei marchi all'estero
e sulla legislazione vinicola

Ricerca nel sito

L'ESPERTO RISPONDE

Come indicare in etichetta il titolo alcolometrico effettivo

Il titolo alcolometrico effettivo deve essere indicato in unità o mezze unità e deve essere seguito dal simbolo “% vol” e può essere preceduto da 'titolo alcolometrico effettivo' o 'alcole effettivo' o 'alc'.

Per quanto riguarda le tolleranze le norme comunitarie prevedono per i vini a DOP e IGP e per il 'vino', anche varietali, una tolleranza di 0,5% vol in più o in meno, mentre per i vini DOP e IGP immagazzinati in bottiglia per più di 3 anni, per i vini spumanti, anche gassificati, per i vini spumanti di qualità, i vini frizzanti, anche gassificati, i vini liquorosi ed i vini da uve stramature, una tolleranza di 0,8% vol in più o in meno.

Infine si ricorda che esiste anche una tolleranza prevista dai metodi d'analisi (+/- 0,19% vol, riportata nella Comunicazione CE del 19 febbraio 2010 pubblicata sulla Gazzetta ufficiale n. L43 relativa ai metodi di analisi.