Seguici anche su
facebook  rss  twitter

Documentazioni

L'esperto risponde
L' avv. Ermenegildo Mario
Appiano
risponde su temi
di contrattualistica commerciale,
sulla tutela dei marchi all'estero
e sulla legislazione vinicola

Ricerca nel sito

Export vino negli Usa, l’Italia ritorna a crescere

L’export di vino italiano verso gli Stati Uniti torna ad avere il segno positivo, avendo fatto registrare, sulla base dei dati dei primi due mesi del 2013, un aumento del 10,7% in quantità e del 14,2% in valore. Secondo i dati dell’Italian Wine and Food Institute di New York l’export italiano è stato infatti di 378.090 hl, per un valore di quasi 186 milioni di dollari contro i 341.670 hl, per un valore di quasi 163 milioni di dollari, del primo bimestre del 2012.

Dopo un 2012 segnato da una contrazione nell’export, l’Italia torna a crescere e continua a mantenere una posizione dominante con una quota di mercato del 31,7% in valore. L’Italia inoltre detiene il secondo posto per quantità di esportazioni verso gli Stati Uniti con una quota di mercato del 24,2%, preceduta dall’Australia con una quota di mercato del 24,9% che però ha fatto registrare una diminuzione delle esportazioni del 3,1% in quantità e dello 0,8% in valore. I primi cinque paesi esportatori, Italia, Australia, Argentina, Cile e Francia detengono così una quota di mercato dell’87% in quantità e all’80,7% in valore.