Seguici anche su
facebook  rss  twitter

Documentazioni

L'esperto risponde
L' avv. Ermenegildo Mario
Appiano
risponde su temi
di contrattualistica commerciale,
sulla tutela dei marchi all'estero
e sulla legislazione vinicola

Ricerca nel sito

Ismea, i primi tre mesi dell’export vinicolo italiano

Un report di Ismea diffuso in questi giorni conferma le tendenze dell’export vinicolo italiano anche per il primo trimestre di quest’anno. I vini spumanti crescono del 18% in quantità e del 19% in valore ma tra questi spicca senz’altro il +38% del Prosecco mentre l’Asti subisce una battuta d’arresto del 12%. I mercati più ricettivi sono quelli statunitensi e britannici, mentre le vendite in Germania sono in frenata.

Se i vini confezionati mantengono le loro posizioni, +1% in volume e +5% in valore, il segmento dei vini sfusi italiani invece ha registrato un ribasso del 6% in quantità e del 13% in valore, causato dal vero e proprio crollo del prezzo dei vini sfusi spagnoli, -45% i bianchi e -30% i rossi, come conseguenza della abbondante vendemmia dello scorso autunno.