Seguici anche su
facebook  rss  twitter

Documentazioni

L'esperto risponde
L' avv. Ermenegildo Mario
Appiano
risponde su temi
di contrattualistica commerciale,
sulla tutela dei marchi all'estero
e sulla legislazione vinicola

Ricerca nel sito

Aria di ottimismo in un Vinitaly da record

'Il vino è per davvero la metafora di questo Paese', così si è espresso il ministro delle Politiche agricole, Maurizio Martina, ieri all'apertura del 48° Vinitaly di Verona. Il suo pensiero si riferiva alle difficoltà che la vitivinicoltura italiana negli ultimi decenni ha affrontato e saputo superare, sempre guardando avanti. Tutto questo, ha aggiunto il ministro, è un chiaro esempio per la nazione intera. A questa nota di orgoglio si deve aggiungere poi la soddisfazione per i brillanti risultati ottenuti dal vino italiano nel mondo e la grande affluenza di pubblico fin dal primo giorno tra i padiglioni della Fiera di Verona, facendo già presagire che anche quest'anno sarà un Vinitaly da record.

Un tema molto sentito e dibattuto durante la cerimonia di apertura è stato quello della nuova Ocm vino, in vigore dall'inizio di quest'anno, e delle conseguenti preoccupazioni per il passaggio dal regime dei diritti di impianto a quello delle autorizzazioni. Positivo invece il bilancio della lotta alle contraffazioni, divenuto ora più incisivo. Grande attenzione anche al nuovo testo unico legislativo sul vino appena approdato in commissione agricoltura alla Camera e che si spera compia il suo iter in tempi rapidi. Il nuovo testo, che raggruppa le attuali norme cardine nazionali, porta in dote alcune novità chieste a gran voce dagli operatori vitivinicoli, dalla istituzione di un registro unico dei controlli, che ha lo scopo di evitare la ripetizione dei medesimi se chiesti da istituzioni diverse, alla introduzione dello strumento della diffida, per le irregolarità di lieve entità, e del ravvedimento operoso, similmente a quello in vigore nel campo fiscale.

E nel pomeriggio di ieri un annuncio importante: Il Vinitaly realizzerà e gestirà il padiglione sul vino per l'Expo Milano 2015, che si svilupperà all'interno del padiglione Italia nella piazza centrale dell’intera area Expo. Sarà coinvolta tutta la filiera vitivinicola italiana, dalle associazioni ai grandi gruppi di produttori, dai comitati ai soggetti che ne divulgano la cultura, e a breve verrà quindi costituito un comitato scientifico per la elaborazione delle linee strategiche di sviluppo e di definizione di questo progetto. (m.m.)

Alcuni padiglioni del 48° Vinitaly. Fare clic sulle immagini per ingrandirle.

{gallery}vinitaly2014{/gallery}