Seguici anche su
facebook  rss  twitter

Documentazioni

L'esperto risponde
L' avv. Ermenegildo Mario
Appiano
risponde su temi
di contrattualistica commerciale,
sulla tutela dei marchi all'estero
e sulla legislazione vinicola

Ricerca nel sito

Dal Vinitaly un vino sempre più digitale

Il messaggio del 50° Vinitaly è molto chiaro: il futuro del vino viaggerà sempre più sulle piattaforme digitali, ecco perché, ad esempio, è nato recentemente Vinitaly Wine Club, una piattaforma per promuovere online le vendite delle migliori etichette italiane. E pensare in grande è necessario, da qui l’apertura di un nuova sezione di Amazon dedicata al vino italiano dove 700 etichette di oltre 500 cantine verranno selezionate e vendute da Vinitaly Wine Club. Ma il messaggio più forte l’ha lanciato ieri al Vinitaly Jack Ma, creatore di Alibaba, la maggiore piattaforma cinese di e-commerce del mondo: ‘Siamo qui per aiutare il vino italiano a sfondare in Cina. E non solo’.

Autonominatosi ambasciatore dei prodotti italiani in Cina Jack Ma promette: ‘Vogliamo portare l’export italiano di vino dal 6% fino al 66%’ e aggiunge: ‘Alibaba deve essere la porta di ingresso dei prodotti italiani in Cina e faremo in modo di proteggere anche i vostri diritti sulle proprietà intellettuali. Le potenzialità sono enormi, perché la Cina già oggi può contare su una classe media di oltre 300 milioni di persone’. Ma attenzione, per crescere su Internet occorre dotarsi di piani strategici a lungo termine: ‘La maggior parte di voi pensa solo fino a domani sera, se non guardate a dopodomani, ai prossimi vent’anni, allora siete destinati a sparire’, ha sentenziato Jack Ma.

E alla fine arriva anche ‘le coup de théâtre’: Alibaba lancerà sulle sue pagine la giornata del vino. Si svolgerà il 9 settembre - in cinese l’ideogramma che identifica il nove equivale a quello del vino - dalle 9 di mattina alle 9 di sera. Dodici ore dedicate agli acquisti di vino italiano e alla sua promozione in tutto il mondo. (m.m.)