Seguici anche su
facebook  rss  twitter

Documentazioni

L'esperto risponde
L' avv. Ermenegildo Mario
Appiano
risponde su temi
di contrattualistica commerciale,
sulla tutela dei marchi all'estero
e sulla legislazione vinicola

Ricerca nel sito

Un piano triennale privato per il mercato cinese

Un investimento complessivo di 4,7 milioni di euro, un progetto triennale d'intervento per l’emergente mercato cinese: è l’impegno che l'Istituto grandi marchi e Consorzio Italia del vino hanno messo in cantiere e presentato nei giorni scorsi al ministero per le Politiche agricole e forestali. Istituto grandi marchi e Consorzio Italia del vino, due tra i principali consorzi fra privati per la promozione del vino italiano all’estero, rappresentano 32 tra le maggiori aziende vinicole italiane proprietarie di un totale di 20 mila ettari di vigneti coltivati in tredici regioni italiane.

Obiettivo comune è quello di superare la frammentazione delle singole proposte aziendali rivolgendosi, per la prima volta, a tutti i diversi soggetti del grande mercato cinese: importatori ed operatori commerciali; chef e sommelier; consumatori. Obiettivo è quindi quello di ribaltare l’attuale contrazione nelle vendite, scesa dall’8% del 2006 al 6% dell’anno scorso. L’Italia ha infatti venduto appena 75 milioni di euro fra vini sfusi e imbottigliati, contro i 612 della Francia, i 177 dell'Australia, i 114 del Cile e gli 87 della Spagna.