Seguici anche su
facebook  rss  twitter

Documentazioni

L'esperto risponde
L' avv. Ermenegildo Mario
Appiano
risponde su temi
di contrattualistica commerciale,
sulla tutela dei marchi all'estero
e sulla legislazione vinicola

Ricerca nel sito

Champagne, 13.100 kg/ha la resa massima per la prossima vendemmia

Il Comitato interprofessionale dello Champagne (Civc) ha stabilito per la prossima vendemmia una resa massima complessiva di 13.100 kg per ettaro. Di questi, fanno parte una resa commerciabile di 10.500 kg per ettaro, dei quali 500 kg potranno essere sbloccati dal 1 febbraio 2014, mentre è stata autorizzata una messa in riserva di 3.100 kg per ettaro per poter consentire ai coltivatori di ricostituire le loro scorte intaccate dalla vendemmia molto scarsa dell’anno scorso.

Inoltre, quest'anno il Civc ha stabilito per la fine di settembre la data di inizio della raccolta, dopo diversi anni di vendemmia anticipata. Dopo un inverno e una primavera freddi, umido e scarsa insolazione hanno ritardato lo sviluppo dei vitigni di 2-3 settimane circa. All'inizio di luglio invece le condizioni climatiche molto favorevoli hanno invece favorito la fioritura, lasciando sperare in un buon raccolto potenziale.

Nessuna novità sul fronte dell'export: per il primo semestre del corrente anno, il volume delle spedizioni di Champagne mostra una diminuzione complessiva del 2,9%, con un fatturato in calo del 5,3% in Francia e il 6% in Europa. Solo i mercati extraeuropei mostrano un segno positivo, vale a dire un incremento del 7% rispetto al primo semestre del 2012.