Seguici anche su
facebook  rss  twitter

Documentazioni

L'esperto risponde
L' avv. Ermenegildo Mario
Appiano
risponde su temi
di contrattualistica commerciale,
sulla tutela dei marchi all'estero
e sulla legislazione vinicola

Ricerca nel sito

Uk, nei supermercati non sempre lo sconto è Doc

Sugli scaffali di un supermercato i prezzi dei prodotti di norma seguono leggi economiche ferree, ma le parole ‘offerta speciale’ a volte riescono a cambiare queste leggi, non sempre però a favore del consumatore. Il sito web inglese mysupermarket ha condotto una ricerca tra i principali supermercati del Regno Unito monitorando per un anno circa i prezzi di vendita di numerosi prodotti, tra cu il vino, con risultati davvero degni di nota.

Ad esempio, una bottiglia di Pinot Grigio Ogio, venduta da Tesco a fine luglio a 4,99 sterline, schizzava a ottobre a 9,99 sterline per poi a fine mese tornare a 5,49 sterline grazie all’offerta speciale di metà prezzo. Il Pinot Grigio Torretta di Mondelli, invece, costava da Sainsbury’s 9,99 sterline ad aprile, 4,99 a settembre, per poi risalire a 7,99 in autunno ed ora essere venduto ‘scontato del 33%’ a 5,32 sterline.

Il gioco è ormai chiaro e ben noto: prima ti raddoppio il prezzo poi ti faccio lo sconto della metà e il consumatore è convinto di avere fatto un affare. Purtroppo per la legge inglese tutto è in regola, perché il prezzo di un prodotto per essere scontato deve rimanere costante per almeno 28 giorni, o meglio ‘soltanto’ per 28 giorni. Non rimane che avere la memoria lunga e girare armati di taccuino, o meglio di un tablet con una app ‘giusta’ per andare sui siti come mysupermarket e vederci finalmente chiaro.