Seguici anche su
facebook  rss  twitter

Documentazioni

L'esperto risponde
L' avv. Ermenegildo Mario
Appiano
risponde su temi
di contrattualistica commerciale,
sulla tutela dei marchi all'estero
e sulla legislazione vinicola

Ricerca nel sito

Sentirsi ridicoli ordinando del vino

Una indagine condotta su 1500 consumatori britannici e commissionata dalla associazione vini della Côtes du Rhône rivela che tre quarti di loro evita di ordinare del vino durante una serata al pub o in un party nel timore di essere preso in giro dagli amici. La quota sale al 50% se invece ci si trova in un ristorante. Anche se è sempre più diffuso, riferisce l’indagine, il piacere di bere un bicchiere di vino quando si è a casa, una volta fuori il vino continua ad essere per il consumatore britannico una bevanda che incute un po’ di timore e di rispetto misto ad ossequio, per cui, per paura di non essere all’altezza della situazione ed evitare di fare brutte figure, questi preferisce ordinare una più rassicurante birra o un semplice long drink. A riprova di ciò l’indagine riferisce che un quarto di quelli che scelgono di bere vino lo fanno nel tentativo di impressionare i propri ospiti o la propria ragazza, mentre per contro il 60% di loro non ordina un vino se prima non lo ha già provato a casa.