Seguici anche su
facebook  rss  twitter

Documentazioni

L'esperto risponde
L' avv. Ermenegildo Mario
Appiano
risponde su temi
di contrattualistica commerciale,
sulla tutela dei marchi all'estero
e sulla legislazione vinicola

Ricerca nel sito

Il mercato mondiale del vino secondo l’Oiv

Il direttore generale dell'Oiv, Jean-Marie Aurand, ha presentato ieri a Parigi un primo bilancio del raccolto, della situazione del mercato mondiale del vino e degli scambi internazionali nello scorso anno. La ripresa continua purtroppo a farsi attendere mentre il consumo di vino nel 2013 si trova in leggero calo di 2,5 milioni di hl rispetto al 2012 raggiungendo così un totale di 238,7 milioni di hl, mentre per contro la produzione mondiale di vino è aumentata a 278,6 milioni di hl nonostante una sostanziale stabilizzazione delle superfici vitate (7,436 milioni di ha).

Tornando ai consumi, in Europa i paesi tradizionali come Francia, Italia e Spagna sono in flessione mentre gli Stati Uniti diventano, nel 2013, il primo mercato interno mondiale in termini di volume con 29,1 milioni di hl di vino consumati esclusi vermut e vini speciali. In Cina, invece, la rapida crescita del consumo degli ultimi anni segna una battuta d’arresto, con una riduzione del 3,8% (da 17,5 milioni di hl a16,8. Infine i principali paesi dell'America latina, Argentina, Cile e Brasile, il Sud Africa e la Romania registrano una crescita dei consumi rispetto al 2012 compresa tra l’1 e il 3%.