Seguici anche su
facebook  rss  twitter

Documentazioni

L'esperto risponde
L' avv. Ermenegildo Mario
Appiano
risponde su temi
di contrattualistica commerciale,
sulla tutela dei marchi all'estero
e sulla legislazione vinicola

Ricerca nel sito

Brunello di Montalcino, più tutele per la tracciabilità

Il Consorzio del vino Brunello di Montalcino, nel corso dell’ultima assemblea, ha approvato alcune modifiche tecniche al disciplinare di produzione ed inoltre ha approvato il principio del controllo preventivo sulle vendite di uva e vino sfuso che obbligherà i produttori a comunicare all’organismo di controllo ogni trasferimento con un preavviso di almeno due giorni lavorativi, un ulteriore passo in avanti verso la completa tracciabilità del Brunello.

Tra le altre modifiche approvate, la densità di impianto minima che passerà da 3.000 a 4.000 piante per ettaro per i vigneti nuovi o reimpiantati, l’introduzione della possibilità dell’irrigazione di soccorso, fino ad oggi vietata, e la possibilità di tagli, per il Brunello e per il Rosso a patto che l’85% sia di vino dell’annata rivendicata.