Seguici anche su
facebook  rss  twitter

Documentazioni

L'esperto risponde
L' avv. Ermenegildo Mario
Appiano
risponde su temi
di contrattualistica commerciale,
sulla tutela dei marchi all'estero
e sulla legislazione vinicola

Ricerca nel sito

Vendemmia 2015, per Assoenologi 46-47 milioni di hl

Tra 46 e 47 milioni di hl, a fronte della media quinquennale di 44,1 milioni e di quella decennale di 45,5 milioni. Secondo Assoenologi la quantità sarà quindi superiore del 10% rispetto al 2014 mentre per le sinfole regioni, fatta eccezione della Toscana (-5%), della Lombardia e della Sardegna (produzione uguale al 2014), tutte le altre regioni registrano un incremento produttivo oscillante da +5% (Emilia-Romagna) a +25% (Puglia). Il Veneto, con ben 9,1 milioni di hl, si conferma la regione italiana più produttiva. Veneto, Emilia-Romagna, Puglia e Sicilia insieme nel 2015 produrranno oltre 28 milioni di hl, ossia più del 60% di tutto il vino italiano. Assoenologi stima il 2015 qualitativamente ottimo con molte punte di eccellente, in particolar modo per i vini ottenuti da uve a bacca rossa che saranno vendemmiate a fine settembre. Sarà infatti l’andamento del mese di settembre, e per alcune varietà tardive parte di quello di ottobre, a decidere il livello qualitativo della produzione.