Seguici anche su
facebook  rss  twitter

Documentazioni

L'esperto risponde
L' avv. Ermenegildo Mario
Appiano
risponde su temi
di contrattualistica commerciale,
sulla tutela dei marchi all'estero
e sulla legislazione vinicola

Ricerca nel sito

Un 2015 da record per i vini italiani in Usa

‘Non è il bollettino della vittoria ma vi avvicina moltissimo’, sono le parole di grande soddisfazione che Lucio Caputo, presidente dell'Italian Wine & Food Institute di New York ha espresso commentando gli ultimi dati relativi all’export di vino italiano negli Stati Uniti. Nell’anno appena trascorso, infatti, il vino italiano ha stabilito un nuovo record raggiungendo i 2,5 milioni di hl, pari a un miliardo e trecentomila dollari. L'Italia detiene inoltre oltre il 30% del mercato d'importazione sia in quantità che in valore ed i vini italiani imbottigliati hanno mantenuto nel corso dell'anno un valore medio di 5,2 dollari contro i circa 10 dollari dei vini francesi ed i 3,3 dollari dei vini australiani. E se ai vini da tavola si aggiungono gli spumanti, i vini liquorosi ed i vermut, si superano di slancio i tre milioni di hl ed il miliardo e mezzo di dollari. Al successo italiano fanno poi riscontro le contrazioni di quasi tutti i paesi concorrenti (Australia, Argentina, Cile, Spagna, Germania e Sud Africa) e delle importazioni complessive statunitensi, che danno un ancor maggior valore alla affermazione italiana.