Seguici anche su
facebook  rss  twitter

Documentazioni

L'esperto risponde
L' avv. Ermenegildo Mario
Appiano
risponde su temi
di contrattualistica commerciale,
sulla tutela dei marchi all'estero
e sulla legislazione vinicola

Ricerca nel sito

Oiv: produzione, consumi e commercio nel 2015

Il direttore generale dell'Oiv, Jean-Marie Aurand, ha presentato ieri, nel corso di un incontro presso la sede di Parigi, le ultime informazioni sul potenziale produttivo viticolo, il bilancio del raccolto, la situazione dei mercati e degli scambi internazionali nel 2015. La superficie vitata mondiale è calata di 7.000 ha, il risultato algebrico tra la flessione di 26.000 ha nell'Ue e la crescita di Cina e Nuova Zelanda. Nel 2015 la produzione mondiale di vino invece ha raggiunto i 274,4 milioni di hl (+2,2%). Nell'emisfero australe la produzione è in calo in Argentina, in crescita in Cile e stabile in Australia. Il consumo mondiale di vino invece si stabilizza a 240 milioni di hl, dove gli Stati Uniti mantengono il primo posto con 31 milioni di hl. Da segnalare la Cina, con 16 milioni di hl, in leggera crescita. Infine gli scambi mondiali di vino continuano a crescere, raggiungendo 104,3 milioni di hl (+1,8%) pari a 28,3 miliardi di euro (+10,6%).