Seguici anche su
facebook  rss  twitter

Documentazioni

L'esperto risponde
L' avv. Ermenegildo Mario
Appiano
risponde su temi
di contrattualistica commerciale,
sulla tutela dei marchi all'estero
e sulla legislazione vinicola

Ricerca nel sito

Un voto per rinegoziare la liberalizzazione dei diritti di reimpianto

La Commissione agricoltura della Camera ha approvato l'altro ieri una risoluzione comune presentata dai deputati Fiorio, Callegari, Beccalossi e Delfino sulle iniziative da prendere a tutela del comparto vitivinicolo in vista della liberalizzazione dei diritti di impianto del 2016. La risoluzione chiede l’impegno del governo in sede europea per una revisione delle scadenze e delle norme previste per la totale liberalizzazione e per determinare strumenti alternativi di regolazione della produzione vinicola.

‘Non siamo i soli a pensarla così, anzi ci stiamo muovendo molto più lentamente di altri paesi europei. La Francia di Sarkozy ha già dimostrato di avere a cuore la questione e la volontà di salvaguardare il comparto vitivinicolo francese; lo stesso vale per la Germania’, ha commentato l’on. Susanna Cenni (Pd), tra i firmatari della risoluzione.

L’on. Monica Faenzi (Pdl), anche lei tra i firmatari, ha ricordato che a settembre la Conferenza Stato Regioni dovrebbe intervenire sul governo nazionale, ma con la risoluzione della Commissione agricoltura si chiede al governo di intervenire anche in sede comunitaria per arrivare ad una revisione del regolamento sulla liberalizzazione dei diritti di impianto.