Seguici anche su
facebook  rss  twitter

Documentazioni

L'esperto risponde
L' avv. Ermenegildo Mario
Appiano
risponde su temi
di contrattualistica commerciale,
sulla tutela dei marchi all'estero
e sulla legislazione vinicola

Ricerca nel sito

Il consorzio vino Chianti classico diventa il gestore del proprio marchio

Il Consorzio vino Chianti classico è il primo consorzio italiano a ricevere le nuove funzioni di tutela, vigilanza e promozione previste dal decreto legislativo n. 61 dell’8 aprile 2010 diventando quindi il custode e il gestore della denominazione e del marchio Chianti classico. Si tratta di una novità introdotta con l'ultima Ocm vino che regola la rappresentatività e le funzioni che un Consorzio di tutela, fatte salve alcune condizioni, può svolgere. Se infatti un consorzio è rappresentativo di almeno il 40% dei viticoltori e di almeno il 66% della produzione di competenza dei vigneti iscritti nello schedario viticolo della relativa Dop o Igp, calcolato sulla base del quantitativo certificato negli ultimi due anni, allora esso può svolgere funzioni 'erga omnes', dunque su tutti i soggetti, compresa l’attività di vigilanza, assolutamente distinta dalle attività di controllo che sono competenza di enti di certificazione terzi.