Seguici anche su
facebook  rss  twitter

Documentazioni

L'esperto risponde
L' avv. Ermenegildo Mario
Appiano
risponde su temi
di contrattualistica commerciale,
sulla tutela dei marchi all'estero
e sulla legislazione vinicola

Ricerca nel sito

Il mercato mondiale degli spumanti secondo France AgriMer

La produzione mondiale di spumante rappresenta il 7% della produzione totale di vino (5% nel 2002) pari a 18,5 milioni di hl o a 2,5 miliardi di bottiglie, un livello in significativo aumento, circa il 10%, mentre la produzione totale mondiale di vino è in diminuzione. Questa produzione è per il 65% della Francia (640 milioni di bottiglie nel 2010, la metà di Champagne), seguono Italia (380 di cui un quarto Prosecco), Germania (330) e Spagna (220). Al di fuori dell'Europa, solo il Cile (253 milioni di bottiglie) ha una produzione paragonabile alla Spagna. Sono i dati più significativi elaborati da France AgriMer in una inchiesta sul mercato mondiale dei vini spumanti che confermano la Germania al primo posto sia nei consumi (490 milioni di bottiglie), davanti alla Francia (460 milioni di bottiglie), sia nelle importazioni.

Francia, Italia e Spagna rappresentano l’80% del totale dell’export, ma negli ultimi dieci anni la ripartizione tra questi paesi è cambiata a favore dell’Italia, che ora è il principale paese esportatore con circa 2 milioni di hl, il 34% del mercato in quantità e il 14% in valore. La Francia invece dal 33% del mercato di dieci anni fa è scesa al 19%, ma la quota in valore resta ancora molto elevato (59% contro il 67% nel 2001) in particolare attraverso lo Champagne, che rappresenta il 92% del valore dell’export francese.