Seguici anche su
facebook  rss  twitter

Documentazioni

L'esperto risponde
L' avv. Ermenegildo Mario
Appiano
risponde su temi
di contrattualistica commerciale,
sulla tutela dei marchi all'estero
e sulla legislazione vinicola

Ricerca nel sito

Preoccupazioni per il nuovo sistema di controllo dei vini Dop e Igp

Da oggi, 1° agosto, sono operativi i controlli dei vini Dop e Igp secondo le nuove modalità previste dal decreto del ministero delle Politiche agricole del 14 giugno 2012. In particolare per i vini Igp il sistema dei controlli muterà sostanzialmente con la cessazione dell’incarico di controllo, ricoperto fino al 31 luglio, da parte dell’Icqrf che cessa di svolgere questa funzione che ora viene attribuita agli organismi di controllo terzi.

Grande preoccupazione degli operatori in attesa di conoscere quali saranno gli organismi che avranno l’incarico al controllo dei vini Igp, ma fino ad oggi regna ancora grande incertezza dovuta al ritardo nell’assegnazione degli incarichi non ancora definiti e che si spera avverrà nei tempi preannunciati. In particolare i piani dei vini Igp prevederanno delle comunicazioni documentali quantitative e comunicazioni di imbottigliamento e dei controlli ispettivi sulle aziende viticole, sulle aziende di trasformazione delle uve e sulle aziende imbottigliatrici con percentuali differenti tra loro. Quindi, per le indicazioni geografiche, andrà in vigore un sistema simile a quello delle Dop, ma con meno adempimenti. La base dati verrà definita con la richiesta delle giacenze alle aziende che operano nei vini Igt.

Per i vini Dop sono previste semplificazioni per gli imbottigliatori con l’eliminazione della comunicazione preventiva di imbottigliamento sostituita da una comunicazione unica da inviare entro sette giorni dalla data di fine imbottigliamento. Nel caso di imbottigliamenti urgenti si potrà effettuare una comunicazione preventiva e l'organismo di controllo avrà 24 ore per espletare eventuali verifiche.