Seguici anche su
facebook  rss  twitter

Documentazioni

L'esperto risponde
L' avv. Ermenegildo Mario
Appiano
risponde su temi
di contrattualistica commerciale,
sulla tutela dei marchi all'estero
e sulla legislazione vinicola

Ricerca nel sito

Nei supermercati inglesi i primi vini da Brasile e Cina

Già lo scorso anno la catena dei supermercati britannici Waitrose aveva iniziato la vendita di due vini prodotti in India. Ora, a partire da fine agosto, compariranno sugli scaffali anche i primi vini cinesi e brasiliani, una conferma della volontà di Waitrose di far conoscere ai consumatori le regioni viticole mondiali meno conosciute. Ma a guardare un po’ dentro, troviamo in questi vini così remoti un pizzico della vecchia Europa: la Cuvée Tradition Brut Rosé Serra Gaúcha del casa vinicola brasiliana Miolo ha tra i suoi consiglieri il celebre enolo bordolese Michel Rolland, mentre il Cabernet Gernischt prodotto dal gruppo cinese Changyu riceve l’assistenza della società tedesca TxB International Fine Wine.

Singolare poi la storia del Cabernet Gernischt cinese: si tratta di un vitigno giunto in Cina alla fine del XIX secolo proveniente da Bordeaux con il nome tedesco di Cabernet Gemischt, cioè ‘Cabernet misto’ e scomparso poi in Europa con la crisi della fillossera. Il nome del vitigno è poi diventato in Cina un marchio sotto l’impulso del gruppo Changyu, ma con un errore di stampa o un cambiamento volontario, da Gemischt a Gernischt.