Seguici anche su
facebook  rss  twitter

Documentazioni

L'esperto risponde
L' avv. Ermenegildo Mario
Appiano
risponde su temi
di contrattualistica commerciale,
sulla tutela dei marchi all'estero
e sulla legislazione vinicola

Ricerca nel sito

Dall’emisfero Nord a quello Sud mai così poco vino

Appena 256,1 milioni di hl a livello mondiale (-6%), così la vendemmia 2012 si presenta come una delle più asciutte di sempre, se non la maggiore. Lo riferisce una nota della Coldiretti che ha analizzato i risultati delle vendemmie di quest’anno dell’emisfero Sud e le previsioni di quella in corso a Nord dell’equatore.

Di tutti i numeri in rosso il risultato peggiore sembra essere quello della Francia, dove si stima una vendemmia attorno ai 44 milioni di hl, influenzato anche dal calo vistoso dello Champagne (-30%). In Italia invece siccità e alte temperature fermano la produzione di quest’anno a poco più di 40 milioni di hl, -5% circa rispetto al 2011. Anche la Spagna vede la sua produzione fermarsi a circa 35 milioni di hl, per cui grazie a questi tre scarsi risultati la produzione vinicola dell’Ue viene stimata in appena 147,9 milioni di hl (-10%).

Fuori Europa ridono invece gli Stati Uniti con 19 milioni di hl (+1,6%) trainati in particolare dalla California (+9%) mentre a Sud del mondo spicca il crollo dell’Argentina, -16,1% con 13 milioni di hl e restano sostanzialmente stabili l’Australia, con 11,6 milioni di hl, il Cile con 9,7 milioni di hl, e il Sudafrica con 9,6 milioni di hl.