Seguici anche su
facebook  rss  twitter

Documentazioni

L'esperto risponde
L' avv. Ermenegildo Mario
Appiano
risponde su temi
di contrattualistica commerciale,
sulla tutela dei marchi all'estero
e sulla legislazione vinicola

Ricerca nel sito

Una indagine su alcol e adolescenti

Il primo approccio con l’alcol per gli adolescenti è quanto mai precoce: a 14 anni il 90% dei ragazzi infatti ha già provato a bere una bevanda alcolica e sostanzialmente si equivalgono le percentuali tra maschi e femmine. Più della metà degli adolescenti preferisce bere i cosiddetti ‘alcopop’, bevande aromatizzate a basso contenuto alcolico, seguono la birra, il vino, gli aperitivi o i digestivi e infine i superalcolici. Sono alcuni dei dati più significativi di una indagine nazionale che ha coinvolto più di 2000 adolescenti e che è stata presentata a Roma lo scorso 12 dicembre dall’Osservatorio permanente sui giovani e l’alcol.

In Italia il primo contatto con le bevande alcoliche avviene per la grande maggioranza con la presenza dei genitori in occasione di un compleanno o di una festività, ‘un gesto – commenta Enrico tempesta, presidente del laboratorio scientifico dell’Osservatorio – radicato in un costume sociale di bere controllato e, nella maggior parte dei casi, responsabile’. Per quanto riguarda invece il crescente consumo degli ‘alcopop’, il presidente della Società italiana di medicina dell’adolescenza, coautrice dell’indagine, ne sottolinea la negatività perché ‘queste bevande sono un vero cavallo di Troia verso il consumo precoce di sostanze alcoliche più pesanti, superalcolici innanzi tutto’.