Seguici anche su
facebook  rss  twitter

Documentazioni

L'esperto risponde
L' avv. Ermenegildo Mario
Appiano
risponde su temi
di contrattualistica commerciale,
sulla tutela dei marchi all'estero
e sulla legislazione vinicola

Ricerca nel sito

Prosecco, si fondono le cantine sociali di Conegliano e di Vittorio Veneto

Disco verde da parte delle rispettive assemblee dei soci per la fusione tra la cantina sociale di Conegliano e quella di Vittorio Veneto. Continua così la spinta aggregativa tra produttori con l’intento di ottenere quella ‘massa critica’ ormai indispensabile per fronteggiare i mercati esteri e rispondere alla richiesta di strumenti necessari per investimenti continui e indispensabili.

La Cantina di Vittorio Veneto, presieduta da Stefano Zanette, ad oggi può contare su 860 agricoltori che lavorano 1.600 ettari di superficie vitata, producendo 225.000 quintali di uve l'anno (per oltre il 90% uve bianche, di cui quasi la totalità Prosecco Doc e Docg), per un fatturato annuo superiore ai 32 milioni di euro. La Cantina di Conegliano, presieduta da Antonio Lot, ha quasi 300 soci, 400 ettari a vigneto, con una produzione di 60.000 quintali di uve (per oltre l'80% uve Prosecco), per un fatturato annuo superiore ai 6 milioni di euro.

L'organizzazione che sorgerà con la fusione, il cui iter si concluderà definitivamente a maggio, già dalla vendemmia 2013 potrà quindi contare su una produzione di circa 300.000 quintali di uve.