Seguici anche su
facebook  rss  twitter

Documentazioni

L'esperto risponde
L' avv. Ermenegildo Mario
Appiano
risponde su temi
di contrattualistica commerciale,
sulla tutela dei marchi all'estero
e sulla legislazione vinicola

Ricerca nel sito

Novità legislative per la grappa italiana

Il ministero delle Risorse agricole, con proprio decreto n. 747 del 28 gennaio scorso pubblicato sulla Gazzetta ufficiale di ieri, ha riscritto la scheda tecnica dell’indicazione geografica ‘Grappa’ introducendo alcune novità a seguito di una nota della Commissione europea dello scorso dicembre che invitava l’Italia a eliminare la previsione dell’imbottigliamento obbligatorio della Grappa sul territorio nazionale, come previsto dal precedente decreto. Il ministero ha quindi accolto la richiesta della Commissione autorizzando dal 1 agosto prossimo l’imbottigliamento della Grappa fuori Italia ma solo se esportata come prodotto finito, così da impedire ulteriori elaborazioni che spesso ne snaturavano le sue caratteristiche e le sue qualità organolettiche. Altra novità introdotta nel decreto riguarda l’invecchiamento. Se prima se prima si potevano usare i termini ‘vecchia’ o ‘invecchiata’ dopo 12 mesi di invecchiamento in legno e i termini ‘riserva’ o ‘stravecchia’ dopo 18, ora è stato definito anche il termine ‘barrique’, concesso se nei 12 mesi di invecchiamento in legno almeno la metà è trascorso in queste particolari botti.