Seguici anche su
facebook  rss  twitter

Documentazioni

L'esperto risponde
L' avv. Ermenegildo Mario
Appiano
risponde su temi
di contrattualistica commerciale,
sulla tutela dei marchi all'estero
e sulla legislazione vinicola

Ricerca nel sito

Consentito ridurre la larghezza dei contrassegni di Stato

Sulla Gazzetta ufficiale di ieri è stata pubblicata una deroga al decreto ministeriale dello scorso 19 aprile, relativo ai nuovi contrassegni per i vini Docg e Doc, e relativa integrazione del 2 agosto. Con questa deroga si consente ai soggetti imbottigliatori di ridurre la larghezza dei contrassegni di Stato garantendo comunque l’integrità delle indicazioni richieste dal decreto del 19 aprile e la visibilità non inferiore alla metà dell’emblema dello Stato e della dicitura Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali.

La deroga in questione nasce dalla richiesta di alcuni consorzi di tutela e di alcune associazioni di categoria che, avendo riscontrato delle difficoltà operative nell’apposizione dei contrassegni di Stato, domandavano di ridurre la larghezza di tali contrassegni così da consentire la loro applicazione senza modificare le macchine imbottigliatrici attualmente in uso.